Inchiesta internazionale sulla prosa poetica.
Stefano Donno

Ci piace segnalare la pregevole iniziativa del Dipartimento di Italianistica della Yale University sotto l’egida, sulla prosa poetica. All’iniziativa possono aderire previa selezione dei contributi scrittori, filosofi e critici. Basta collegarsi attraverso qualsiasi motore di ricerca a (YIP). I primi contributi sono stati pubblicati sul numero 5-6 2001-2002 dei Quaderni del Dipartimento stesso e l’iniziativa continua anche con le prossime uscite editoriali. Inoltre vogliamo segnalare tale iniziativa come un punto nodale di sviluppo per la riflessione circa le categorie della prosa e della poesia che in un’epoca come la nostra assumono connotazioni sempre più evanescenti. Da alcuni dei contributi presenti si evince come ci sia un termometro di natura soprattutto commerciale che stabilisce i punti cacuminali della semantica e dello stile. Esiste una prosa o una poesia o una prosa poetica? Domanda che sicuramente riceverà una risposta in corso d’opera. Ci auspischiamo che i risultati complessivi dei resoconti critici esposti e pubblicati di puntata in puntata dalla Yale ricevano una singola e unica strutturazione editoriale al fine di poter avere un volume che possa dare spunti di riflessione e di ricerca sempre più portati a diverse latitudini del pensiero e della scrittura. Lo staff della YIP non a caso ultimo baluardo oltreoceano della poesia e della letteratura italiana si avvale della preziosa risonanza che la sua attività ha portato negli anni. Non è da trascurare che il corrispondente per la letteratura italiana all’estero per Poesia di Crocetti sia per l’appunto Paolo Valesio, il quale a sua volta compare nel nano catalogo della casa editrice di Copertino “I Quaderni del Bardo” di Maurizio Leo. Inoltre, cosa che ci sembra opportuno rilevare è che riesca tale iniziativa trovare la più ampia disponibilità di analisi presso altre sedi di critica. Tale inchiesta internazionale rappresenta oggi una svolta tra la divulgazione della critica militante e quella accademica; i due termini non si escludono come non si escludono i diversi aspetti semantici nell’ambito di una possibile semiotica universale alla Eco maniera.

 

 

[musicaos][autori][testi][esordienti][diario][contatti] [ricerca nel sito][interventi][pagina precedente]

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 7/3/2001. Musicaos.it dal 2 gennaio del 2004 è una rivista elettronica autofinanziata
che può essere sostenuta gratuitamente dai suoi lettori e collaboratori cliccando nei link che compaiono qui