IL TEATRO CIVILE

DANIELE BIACCHESSI
"Il silenzio di un teatro può far volare in alto le parole"



Un palco, le luci di scena, immagini che si trasformano in quinte teatrali, i suoni originali d'archivio. Da soli, questi elementi non bastano. Ci vuole una voce calda, un sassofono, un pianoforte. E ancora un testo forte, scritto in punta di penna, che sappia far volare in alto le parole.Da tre anni, Daniele Biacchessi racconta sui palchi italiani e internazionali storie d'Italia, vicende dimenticate, poesie, emozioni.

Con il sassofonista Michele Fusiello vengono rappresentati tre spettacoli. "La storia e la memoria" narra dei bambini della strage di Sant'Anna di Stazzema e di quelli rimasti uccisi, anni dopo, alla stazione di Bologna. "Fausto e Iaio" é il ricordo degli anni Settanta. "La fabbrica dei profumi" é scritto trent'anni dopo l'incidente all'Icmesa di Seveso.

Con il pianista Gaetano Liguori, Daniele Biacchessi racconta "Quel giorno a Cinisi" , Peppino Impastato e le sue battaglie antimafia, e "Processo di polizia" su Roberto Franceschi.

"Storie d'Italia. I diari" sarà lo spettacolo del 2007: Portella della Ginestra, Giorgio Ambrosoli, Giovanni Falcone, Paolo Borsellino, via dei Georgofili, Libero Grassi.



La storia e la memoria

Fausto e Iaio

La fabbrica dei profumi

Quel giorno a Cinisi

Processo di polizia

Storie d'Italia

Infoline

Daniele Biacchessi, giornalista e scrittore. Caposervizio Radio24 - Il Sole24ore. Premio Cronista 2004 e 2005. Ha pubblicato "La fabbrica dei profumi" , "Fausto e Iaio", "Il caso Sofri","L'ambiente negato", "10,25 cronaca di una strage", "Il delitto D'Antona","Unattimo..vent'anni","Ombre nere", "Punto Condor. Ustica, il processo", "L'ultima bicicletta, il delitto Biagi" , "Cile 11 settembre 1973", "Vie di fuga. Storie di clandestini e latitanti","Roberto Franceschi: processo di polizia" ,"Walter Tobagi. Morte di un giornalista.". In uscita a settembre "Una stella a cinque punte. I poliziotti delle inchieste D'Antona e Biagi" , E' autore, regista e interprete di teatro civile.

[musicaos][interventi][diario][critica][traduzioni][contatti][commenti][ricerca nel sito]

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 7/3/2001. Musicaos.it dal 2 gennaio del 2004 è una rivista elettronica autofinanziata
che può essere sostenuta gratuitamente dai suoi lettori e collaboratori cliccando nei link che compaiono qui