LEGGERE BENE PER SCRIVERE BENE
MASTER DI SCRITTURA CREATIVA

Monte Porzio Catone (Roma)
26 marzo / 2 aprile 2006

Docenti:
Alessandro Piperno, scrittore
Enrico Rulli, saggista ed editor


segnalato da Giampero Dalle Molle, redazione Inchiostro


LEGGERE BENE PER SCRIVERE BENE
MASTER DI SCRITTURA CREATIVA

Monte Porzio Catone (Roma) - 26 marzo / 2 aprile 2006

Docenti:
Alessandro Piperno, scrittore (“Con le peggiori intenzioni”, Mondadori; premio Campiello opera prima); Enrico Rulli, saggista ed editor per prestigiose case editrici


«Leggere bene per scrivere bene» è il titolo del Master di scrittura creativa che Inchiostro organizza da domenica 26 marzo a domenica 2 aprile a Monte Porzio Catone, sui Castelli Romani.
Il corso si svolgerà con la formula della vacanza-studio e si articolerà complessivamente in 40 ore di lezione “in aula” (in media cinque ore al giorno), cui si affiancherà la possibilità di colloqui individuali. Il resto della giornata sarà libero, perché i partecipanti possano leggere, scrivere e – soprattutto – godersi la primavera dei Castelli.

In sintonia con tutti i workshop organizzati da Inchiostro, il laboratorio si rivolge a coloro che, pur non essendo professionisti della scrittura, desiderano sviluppare un approccio professionale, che non può prescindere da una oculata scelta dei testi più significativi e formativi.
Durante le lezioni “in aula” sarà dato ampio spazio alle esercitazioni. I corsi di Inchiostro non intendono infatti insegnare solo delle teorie, ma piuttosto delle metodologie di lavoro, guidando gli iscritti nell’utilizzo degli strumenti più efficaci ed eleganti dello scrivere.
L’obiettivo finale è far sì che ciascun partecipante acquisisca le tecniche che gli permettano, durante il Master e soprattutto nelle esperienze successive, di gestire in maniera matura e consapevole il mezzo della narrazione scritta.


PROGRAMMA

La prima parte del laboratorio si pone l’obiettivo di far riflettere i partecipanti sull’importanza di chiarire i vari aspetti dell’opera letteraria, così da metterne in evidenza i punti fermi (genere, trama, personaggi, stile) .
Verranno dunque inizialmente affrontati i problemi che di norma assillano gli scrittori esordienti o, comunque, non professionisti (come impostare e sviluppare la trama, incipit e finale, la struttura per scene, la definizione dei personaggi, il dialogo), proponendo metodologie pratiche di lavoro ed esempi concreti.
Si passerà quindi all’esame degli strumenti che, modellati e adattati alla sensibilità letteraria di ciascuno, possano permettere alle rispettive personalità di esprimersi ed affermarsi pienamente.


1 - LA FOLLIA DELL’UTILE.

La liberazione dalle teorie utilitaristiche: la scrittura come dono o momento eroico della vita.

- Esercizio:
o Reazione alla scrittura a comando e scrittura libera

Confronto di metodologie: la scuola europea e quella statunitense. L’idea, il messaggio, il plot: tecniche di ideazione dell’opera.

- Esercizio:
o Farsi venire un'idea in pochi minuti

Il tema del viaggio: ideologia e metodi di lavoro per la costruzione dell’opera. Tipi di trama e caratteristiche.

- Esercizio:
o Sviluppare una trama in pochi minuti
La necessità dell’unità narrativa – la scaletta di Joyce.

- Esercizi:
o Il passaparola
o La round robin story

Una scelta strategica: romance o novel.

I grandi romanzi russi: Ivan Turgenev e Lev Nikolaevic Tolstoj.

- Esercizio:
o Una descrizione realista dell’ambiente

Il minimalismo. Raymond Carver.

Tecniche di addizione e sottrazione ed effetti linguistici. Due scuole a confronto: americani e Vecchio Continente. Da Simenon a Saul Bellow, passando per Beppe Fenoglio e Céline.

2 - UNO SGUARDO SULL'OPERA.

Le cinque parti della narrazione: dialogo, descrizione, azione, pensiero, esposizione.

Una riflessione sul dialogo: cos’è, come si organizza, le sue regole, dialetto e lingua.

- Esercizio:
o Creazione di un dialogo

Tipi particolari di dialogo: il dialogo interno, gesti, allegorie, situazioni.

- Esercizio:
o Descrizione di un personaggio partendo dal dialogo

Intenti e tecniche descrittive. Il discorso indiretto libero.

- Esercizio:
o Mettere in pratica il discorso indiretto libero

Specializzare il linguaggio.

- Esercizio:
o Giri progressivi di specializzazione

Asciugare o aggiungere.

- Esercizio:
o Aggiungere o togliere vocaboli ad una narrazione

Durante le lezioni saranno analizzati, tra gli altri, testi di Giovanni Guareschi, Giovanni Verga, Giuseppe Pontiggia, Collodi, Collodi nipote.

La seconda parte del laboratorio prenderà invece in esame nel dettaglio l’opera di importanti autori (con particolare attenzione per “La recherche” di Marcel Proust, e poi “Anna Karenina” di Lev Nikolaevic Tolstoj, “Herzog” di Saul Bellow e “La cognizione del dolore” di Carlo Emilio Gadda), affrontandone gli aspetti che più direttamente coinvolgono i temi fondamentali dello scrivere.
Gli insegnamenti tratti dall’analisi dei testi dei maestri della letteratura verranno di volta in volta calati nella dimensione dell’esordiente, che avrà modo di applicare concretamente le indicazioni ricevute.

Al termine del corso verrà rilasciato un ATTESTATO DI FREQUENZA

Per informazioni e iscrizioni: tel. 045/8301594 - tel. 338-6158645
e-mail: redazione[AT]rivistainchiostro.it

 
[musicaos][interventi][diario][critica][traduzioni][contatti][commenti][ricerca nel sito]