“Con la coda dell’occhio. Transiti del femminile”, che

si terrà a Lecce dal 21 al 30 marzo, presso il Sedile, Lecce P.za Sant'Oronzo, dell'associazione Terra d'Ulivi nel contesto della manifestazione Itinerario Rosa del Comune di Lecce. L'iniziativa è un viaggio lungo dieci giorni, attraversando brevi tratti dell’universo femminile, imbastendo un dialogo intenso e profondo con le donne e il loro mondo fatto di lavoro, vita familiare e relazionale, ma anche di valori, ricchezza interiore, poesia e memoria, il tutto colto con lo sguardo e narrato con l'immediatezza del linguaggio dell’arte da Marta Ampolo, Roberto Bergamo, Daniela Cecere, Andrea Laudisa, Massimo Manieri, Andrea Scolavino, un composito di stili e creatività, dal video alla pittura, dalla fotografia alla parola, alla scultura. La mostra vuole essere un mosaico sfaccettato e variegato della donna attraverso una rassegna di immagini e testi, cortometraggi e incontri letterari, versato a raccontare la donna nell'Italia che cambia, uno spaccato inedito, dunque, della realtà femminile Un dialogo intenso e profondo con le donne e il loro mondo fatto di lavoro, vita familiare e relazionale, ma anche di valori, ricchezza interiore, poesia e memoria, il tutto colto con lo sguardo e narrato con l'immediatezza del linguaggio dell’arte. Un composito di stili e creatività, dalla fotografia al video, dalla pittura alla scultura, alla parola. Una visione corale e collettiva della realtà della donna.

Una visione corale e collettiva, dunque, della donna, dove si alterneranno voci poetiche di tutte le età, dal viaggio nella letteratura femminile salentina condotta da Marina Manieri alla riflessione su “Trance e amore negato” con Vincenzo Ampolo e Maurizio Nocera, appassionati omaggi a donne leccesi, “Oppure mi sarei fatta altissima” Ed. Terra d’Ulivi un saggio di Alessandro Canzian sulla poetessa Claudia Ruggeri, e ancora “La regina senza trono” di Pippo Augliera a Mia Martini. Sguardi d’arte, dunque, suoni, colori e la sensualità del ballo, dal sapore locale con la pizzica degli Arakne Mediterranea, dal respiro internazionale con il “tango argentino y milonga”.

Scrive Ivan Serra “Con la coda dell’occhio. Transiti al femminile”. Cinque artisti salentini fra i più eclettici, fantasiosi, stimolanti che operino in questo territorio si confrontano col tema. Fra scarti laterali e intrinseche frammentazioni ne viene fuori un percorso visivo di ricca e sfaccettata complessità.

Marta Ampolo e Daniela Cecere lavorano in tandem contaminando il video con la pittura ed il fumetto; la “coda dello sguardo” di una donna è ciò che riunisce e sintetizza schegge sparse di urbana quotidianità. La frantumazione dell’esistente in scaglie di penetrante semplicità disvela realtà celate talvolta anche al soggetto stesso, nel mentre l’artista, il quale «usa gli occhi per dare cibo ai pensieri», attraversa vissuti lasciandosene attraversare.

Nell’inquietante galleria di ritratti costruita da Roberto Bergamo, lo spettatore viene risucchiato dentro le più recondite ed inconfessabili intimità delle donne. La cromia liquida ed evocativa amplifica suggestioni e rimandi, mentre l’identità femminile transita lungo un iperreale simbolismo dalla cruda ed a tratti lancinante sincerità

Andrea Laudisa fotografa sette intensi primi piani di giovani ragazze, tanti quanti i colori dell’arcobaleno. Su ogni nitido bianco e nero interviene manualmente mediante un segno cromatico dal quale si generano ulteriori malìe. Il gioco di parole presente nel titolo (I-ride life) concettualizza il difficile ma dinamico transito femminile verso l’autoaffermazione.

Per Andrea Scolavino la “coda dell’occhio”è quella di un uccello che vola e che sfugge lontano da tutto per ritrovare sé stesso. Metaforizza, così, la nascita e la rinascita e la libertà femminile, realizzando una polimaterica scultura/installazione in cui la leggerezza e la forza, l’aereo ed il solido transitano l’uno nell’altro intersecandosi indissolubilmente.

PROGRAMMA

Mercoledì 21 ore 20.00
Saluto delle autorità. Interverrà il Vice Sindaco Paolo Perrone
ore 20.30 “Con la coda dell’occhio. Transiti al femminile”.

Mostra con Marta Ampolo, Roberto Bergamo,
Daniela Cecere, Andrea Laudisa, Andrea Scolavino.
A cura di Ambra Biscuso

Venerdì 23 ore 20.00 Incontro con Tonino Piccinno e Marilena Martina
finalisti mondiali di tango argentino e y-milonga.

ore 20.30 Omaggio a Claudia Ruggeri

Presentazione di “Oppure mi sarei fatta altissima” di Alessandro Canzian. Ed. Terra d’ulivi.

Intervengono Carlo Alberto Augieri, Alessandro Canzian, Maria Teresa Del Zingaro, Mauro Marino, Maurizio Nocera

Letture a cura di Michelangelo Zizzi e Rosanna Gesualdo.

Domemina 25 ore 20.00 “La donna d’argilla” di Giuseppe Merico
recitato da Federico Della Ducata e Myriam Mariano
(compagnia teatrale “Calandra”)

ore 20.20 Elio Scarciglia dialoga con l’autore
ore 21.00 “Letteratura al femminile nel Salento”

Intervengono Elisabetta Liguori, Maddalena Mongiò, Pamela Serafino, Mirosa Sambati, Maddalena Castegnaro Guidorizzi.
Coordina Marina Manieri. Letture: Miryam Mariano

Lunedì 26 ore 20.00 “Trance e amore negato” proiezione di “Assolo”

di E. Scarciglia con Laura Nascosto ed Enza Pagliara
ore 20.20 Intervengono sul tema Vincenzo Ampolo, Maurizio Nocera
ore 21.30 Incontro con Imma Jannuzzi e gli “Arakne Mediterranea

Martedì 27 ore 20.00 Performance poetica “Nelle creme... e nel fiele” di Massimo Manieri

Mercoledì 28 ore 17.30 La donna nei racconti dei bambini.

Incontro - dibattito tra gli artisti in mostra ed i bambini.
Coordina Tiziana Faggiano.
ore 20.00 La mostra tra analisi e critica.
Conversazione con Ambra Biscuso e Ivan Serra.

Giovedì 29 ore 20.30 “Donna come l’acqua di mare” Omaggio a Mia Martini

Anna Palmieri presenta “La regina senza trono” di Pippo Augliera.
Interviene l’autore
Incontro con Mimmo Cavallo, Mario Rosini, Egidio Maggio, Monica Gesmundo, Francesco Maragliulo

Durante la serata saranno proiettati video con Mia Martini

Ven. 30 ore 20.00 Omaggio al Salento
Azzurra De Razza
presenta ”Odore di Terra” di Elio Scarciglia.
Testi di Marina Manieri, prefazione di Alessandro Laporta
ore 20.30 Proiezione del documentario
ore 21.00 Intervento di Alessandro Laporta
ore 21.30 Ringraziamenti e chiusura delle manifestazioni

 

[musicaos][interventi][diario][critica][traduzioni][contatti][commenti][ricerca nel sito]

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 7/3/2001. Musicaos.it dal 2 gennaio del 2004 è una rivista elettronica autofinanziata
che può essere sostenuta gratuitamente dai suoi lettori e collaboratori cliccando nei link che compaiono qui