Poesie vomitate contro la Turbogas

Domenica 13 maggio 2007, ad Aprilia (LT), in località Campo di Carne,
presso il presidio permanente allestito dalla "Rete dei cittadini contro la Turbogas",
che protesta contro la costruzione di una pericolosa centrale termoelettrica a gas, nove poeti, a partire dalle 18.30, leggeranno le loro poesie dopo averle messe in bocca, insieme a dei liquidi, e vomitate, nel vero senso della parola.

Un atto di malessere, ma anche un atto simbolicamente aggressivo, concepito per esprimere la ferma disapprovazione nei confronti di una politica energetica altamente nociva per la salute, che non riguarda soltanto la città di Aprilia, ma l'intero Paese.

Tumori, leucemie, malattie polmonari: sono questi gli effetti provocati da una centrale di questo tipo, che emette ossidi di azoto, monossido di carbonio, polveri sottili e anidride solforosa, per un raggio di circa 30 chilometri.

La centrale dovrebbe sorgere a meno di 500 metri da una scuola elementare di 40 bambini, in un quartiere di circa 12.000 persone, e all'interno di un territorio che comprende, oltre ad Aprilia, una città di 60.000 abitanti, anche altri grossi centri come Latina, Anzio, Nettuno, Pomezia, Velletri e Ardea, con pesanti ripercussioni negative nei settori del turismo e dell'agricoltura.

La performance di poesia vomitata, ideata dal poeta Ugo Magnanti, vedrà la partecipazione di altri otto autori, che la interpreteranno in chiave personale: poeti in senso lato, come Antonio Rezza, famoso per il suo straordinario teatro; e poeti in senso stretto, come Bianca Madeccia, sospesa tra poesia e arte materica, Angelo Zabaglio, 'slammer' irriverente, Alessandro D'Agostini, fondatore del movimento "Giovani Poeti d'Azione", la 'cinica' e 'crudele' Francesca Spessot, di Trieste; e poeti di confine, come Vitaldo Conte, importante teorico d'arte, e come i due giovani 'poeti totali' del collettivo Sparajurij di Torino.

Nel punto del sito in cui si svolgerà la performance, verrà predisposta una istallazione di Valerio Cicco che rappresenta un grande 'vomitatoio', e che sarà utilizzata dai poeti durante l'azione.

Con le "Poesie vomitate contro la Turbogas", la poesia tenta di uscire ancora una volta dalle cornici estetizzanti e suggestive, per rappresentarsi come un atto di moderno civismo, al di là dei suoi contenuti specifici.

L'evento è stato patrocinato, ad Anzio, dalla Libreria Italiana, dal Caffé Grand'Italia, e dall'Agenzia di viaggi "Tuttotondo", e a Nettuno dalla Libreria Fahrenheit 451, esercizi sempre sensibili a manifestazioni che coinvolgano la salvaguardia della salute, dell'ambiente e della cultura, e che in questo caso hanno reso possibile la venuta nell'Agro dei performer di Torino e di Trieste.

Settore: cultura e ambiente

Poesia: Vitaldo Conte, Alessandro D'Agostini, Bianca Madeccia, Ugo Magnanti, Antonio Rezza, Sparajurij, Francesca Spessot, Angelo Zabaglio.

Tipo di evento: lettura-azione di poeti: "Poesie vomitate contro la Turbogas".

Data: 13/05/2007, ore 18.30.
Presso: via Nettunense Km 24.200, 04011 Aprilia (LT).
Info: tel. 3471808068, mailto: biancamadeccia@tiscali.it (ufficio stampa) e ugomagnanti@libero.it

Note biografiche dei poeti 'vomitanti'

VITALDO CONTE insegna Storia dell'Arte nelle Accademie di Belle Arti di Foggia, Catanzaro, Frosinone, Roma, Catania, Lecce. Collabora a quotidiani e riviste ed è autore di diverse pubblicazioni di poesia lineare e verbo-visuale, di saggi sulla creatività intermediale tra cui l'antologia "Nuovi segnali" con cassetta di poesia sonora (Maggioli, 1983) e "Borderline" (Skender, 1998); è curatore di manifestazioni e mostre; come artista ha partecipato a numerosi eventi ed esposizioni personali e collettive in Italia e all'Estero. Nell'agosto 2006 ha partecipato alla lettura itinerante fra le discariche abusive "Otto poeti nell'immondizia".

ALESSANDRO D'AGOSTINI poeta, polemista e performer, si è sempre impegnato per la difesa della libertà di espressione negata, e ha fondato nel 1994 il Movimento artistico d'Avanguardia "Giovani Poeti d'Azione. Ha pubblicato, fra l'altro, il libro di poesie "Rivelazione". Conduttore televisivo e radiofonico, ha organizzato molte manifestazioni ed eventi culturali. Fra le azioni di cui si è reso protagonista insieme ai Poeti d'Azione, la "Consegna contestataria di una bara agli esponenti del Centro Internazionale di poesia 'Eugenio Montale'" e l'irruzione di protesta, megafono in pugno, al "Rave di Poesia" di Roma.

BIANCA MADECCIA, poetessa e artista materica, ha pubblicato la silloge poetica "L´acqua e la pietra", Lietocollelibri. Ha tradotto il "Diario da Cuba", di Ernesto Che Guevara, Libri dell'Altritalia, ed è autrice di un "Dizionario sessuato della lingua italiana". Sue poesie e racconti sono presenti in svariate antologie. Un suo poema visuale ("Travel notes") è stato presentato alla Biennale di Londra 2006. Ha partecipato a reading e performance di poesia, tra cui, nel 2006, la lettura itinerante "Otto poeti nell'immondizia”.

UGO MAGNANTI ha pubblicato la raccolta di poesie "Rapido blé" e la plaquette "20 risacche". Il suo poemetto visivo "Alfabeti" è stato acquisito dalla Biblioteca Casanatense di Roma, e la sua 'Autopoesia con frecce' esposta alla Biennale di Londra 2006, progetto "Arrows". Ha partecipato con la poesia-oggetto "Raskòlnikov" alla "7a Rassegna Internazionale del Libro d'Artista" e ha rappresentato a La Maddalena le "Tre poesie-azione del poeta egoista", nell'ambito di "Artincorpo", festival di performance d'arte. Ha ideato, e partecipato alla lettura itinerante fra le discariche abusive "Otto poeti nell'immondizia".

ANTONIO REZZA ha pubblicato per Bompiani "Non cogito ergo digito" (1998), "Ti squamo" (1999) e il romanzo in versi "Son?n?o" (2005). Insieme a Flavia Mastrella ha realizzato otto opere teatrali, infiniti e più volte premiati cortometraggi, due lungometraggi, "Escoriandoli" (Festival del cinema di Venezia 1996) e "Delitto sul Po" (2001), la trasmissione televisiva "Troppolitani", Rai 3 (2000) e l'allestimento jazz "Fusion" con The Fringe, nel 2004.

SPARAJURIJ nome collettivo col quale operano in Italia e in Europa dei giovani 'poeti totali' di Torino. L'attività di Sparajurij ha trovato spazio nei luoghi più sacri, quali la "Fiera del Libro" di Torino, il "Salon du Livre" di Parigi, le edizioni 2002 di "BIG Torino" e di "Ricercare" a Reggio Emilia, le rassegne "Romapoesia", "Parole Migranti" di Bolzano e "Settimana Letteraria" di Torino; ma ha trovato spazio anche nei circuiti underground. Vincitore del primo "Festival italiano di videoclip di poesia", il lavoro di Sparajurij è stato premiato in molti Poetry Slam, come in quello di Parma, in quello Internazionale di Bolzano, e in quello a squadre di Roma.

FRANCESCA SPESSOT, triestina, ha pubblicato poesie dalla raccolta "Le porte" su Gli Ammutinati - l'antologia poetica, Edizioni Italo Svevo, (2000). I suoi testi mimetizzano le situazioni di cui si nutre l'emarginazione, attraversando personaggi di una realtà spietata, o la canzone di un'umanità periferica, abbandonata a sé stessa e senza scampo. La sua ultima produzione poetica è molto cruda e nettamente influenzata dalle esperienze di vita di strada. Su "Poiein" ha pubblicato, in video, "Bistecche", performance realizzata al Festival delle Arti di Morbegno (Sondrio).

ANGELO ZABAGLIO poeta, scrittore e musicista, collabora con il collettivo di Latina "Anonima Scrittori". Ha vinto il festival della Poesia 1998 indetto dalla F.I.D.A.P.A. ed è stato finalista di molti premi letterari, tra cui: "Premio Campiello giovani 2000", "Licenza poetica 2000", "Les lyriques", "Un messaggio in bottiglia 2000". Ha vinto nel 2004 il Poetry Slam Interrete di Milano e lo Slam Poetry al Salone del libro di Torino. Nell'agosto 2006 ha partecipato alla lettura itinerante fra le discariche abusive "Otto poeti nell'immondizia".

 

[musicaos][interventi][diario][critica][traduzioni][contatti][commenti][ricerca nel sito]

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 7/3/2001. Musicaos.it dal 2 gennaio del 2004 è una rivista elettronica autofinanziata
che può essere sostenuta gratuitamente dai suoi lettori e collaboratori cliccando nei link che compaiono qui