GIOVEDI' 3 MAGGIO 2007
h. 18,30
MONDADORI MEDIASTORE
Via D'Azeglio 34/a, BOLOGNA

lo scrittore VITTORIO ORSENIGO
presenta
"TELEFONO" (Gaffi Editore)
interviene il poeta MAURIZIO CUCCHI

plot
"…. da tanti anni, usando un apparecchio antiquato, a disco per intenderci, credo di star veramente telefonando solo quando telefono a uno scrittore: si chiama Giuseppe Pontiggia" (Vittorio Orsenigo da "Telefono"). "Essere il destinatario di uno scrittore estroso e caleidoscopico quale Vittorio Orsenigo è un privilegio di cui sono orgoglioso". (Giuseppe Pontiggia) In questo libro Vittorio Orsenigo usa il telefono come filo narrativo di passeggiate "nei sentieri della morte, tutta garbo e ironia". In compagnia dello scrittore Giuseppe Pontiggia, scomparso nel 2003, con cui ha condiviso tante telefonate e lettere e del figlio che ha perduto da qualche anno . Il poeta Maurizio Cucchi conversa con lo scrittore Vittorio Orsenigo sul dolore della perdita.

VITTORIO ORSENIGO
Nato a Milano nel 1926, è regista, scrittore, pittore, fotografo, studioso delle barriere coralline. Nell'immediato dopoguerra, per invito di Elio Vittorini, curò un ciclo di letture alla Casa della Cultura di via dei Filodrammatici e presentò, fra i primi in Italia, i testi teatrali di Isherwood, Brecht, Auden. Del 1950, ospite di Paolo Grassi, le sue regie al Piccolo Teatro della città di Milano per "Ubu Roi" di Alfred Jarry e" Le Mammelle di Tiresia" di Guillaume
Apollinaire. Negli ultimi anni ha scritto "Lettere a Giuseppe Pontiggia" (2006), "Commedianti a Milano" (2005), "Visite guidate" (2004), mentre nel 1999 "Settore editoriale", "Messaggi dal piccolo zoo" e "Piuma danzante". Da anni collabora con gli editori Greco & Greco e Rosellina Archinto.

 

[musicaos][interventi][diario][critica][traduzioni][contatti][commenti][ricerca nel sito]

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 7/3/2001. Musicaos.it dal 2 gennaio del 2004 è una rivista elettronica autofinanziata
che può essere sostenuta gratuitamente dai suoi lettori e collaboratori cliccando nei link che compaiono qui