Oronzo Liuzzi

[18] CHAT_ALINDA_ACHERONTE


Alinda : cant-AMI o prode Acheronte
Acheronte :
Alinda : ador-AMI o prode Acheronte
Acheronte :
Alinda : svegli-AMI o prode Acheronte
Acheronte :
Alinda : illustr-AMI o prode Acheronte
Acheronte :
Alinda : schiariscimi la natura dell’anima e
dell’animo o prode Acheronte
Acheronte :
Alinda : accendi dal profondo del cuore l’essenza
dell’AMO-re o prode Acheronte
Acheronte :
Alinda : fai distillare dolcissime gocce d’amore
alla gelida pena o prode Acheronte
Acheronte :
Alinda : incant-AMI o prode Acheronte
Acheronte :
Alinda : evit-AMI gli inganni dell’amore
o prode Acheronte
Acheronte :
Alinda : le gocce d’acqua cadono assidue e a lungo
andare traforano i sassi o prode Acheronte
Acheronte :
Alinda : svel-AMI i veri beni della vita
o prode Acheronte
Acheronte :
Alinda : ci nutri-AMO delle tue parole eterne
o prode Acheronte
Acheronte :
Alinda : non ignorare le dubbiose menti che
assillano il mondo o prode Acheronte
Acheronte :
Alinda : la terra il sole il cielo il mare gli astri
la luna si estingueranno
il tuo AMO-re immortale mai
o prode Acheronte
Acheronte :
Alinda : annunci-AMI o prode Acheronte
Acheronte :
Alinda : infondimi la dolcezza dell’AMO-re
o prode Acheronte
Acheronte :
Alinda : l’umanità è avida di crimini
ammassa beni e accumula stragi
su stragi e gioiscono crudeli al lutto
fraterno e odiano o prode Acheronte
Acheronte :
Alinda : l’individualismo è esasperato
o prode Acheronte
Acheronte :
Alinda : nessun uomo ha potere nel
giorno della morte o prode Acheronte
Acheronte :
Alinda : ci affanni-AMO invano per la nostra
vita o prode Acheronte
Acheronte :
Alinda : le barriere della vita vacillano
o prode Acheronte
Acheronte :

[19] CHAT_IGOR_MARIU

Igor : p@rl@mi d’@more M@riù
dal pianeta degli inganni
dal pianeta dei perdenti
dal pianeta dell’atomica
della pace travestita da virus.
Mariu: La donzelletta vien dalla campagna,
In sul calar del sole,
Col suo fascio dell’erba; e reca in mano
Un mazzolin di rose e di viole
Igor : p@rl@mi d’@more M@riù
in questa valle di lacrime.
falso gioco dell’effimero e
rinforzato dalla miseria
del pensiero umano.
potesse il prode Achille
collegarsi col modem.
digita il sito
www.spudoratamenteangosciati.com
Mariu: La donzelletta vien dalla campagna,
In sul calar del sole,
Col suo fascio dell’erba; e reca in mano
Un mazzolin di rose e di viole
Igor : p@rl@mi d’@more M@riù
nel look di una amabile e-mail.
la terra trema per il cemento.
asfalto. residui industriali.
la pioggia acida senza vergogna
viene giù.
la terra trema per le guerre.
aspetto taciturno.
imbalsamati dall’impero delle
comunicazioni.
usati e gettati. siamo recuperati
solo da Dio.
Mariu: La donzelletta vien dalla campagna,
In sul calar del sole,
Col suo fascio dell’erba; e reca in mano
Un mazzolin di rose e di viole
Igor : p@rl@mi d’@more M@riù
con lo sguardo romboso e furioso.
rapiti dall’estasi delle fictions.
gioco contro le regole della
vita reale. suggestivo panorama
mentale: hmm hmm hmm hmm
e chiuso nella scatola di cartone
racconto l’antica storia allegra.
film senza finale.
Mariu: La donzelletta vien dalla campagna,
In sul calar del sole,
Col suo fascio dell’erba; e reca in mano
Un mazzolin di rose e di viole
Igor : p@rl@mi d’@more M@riù
e le onde distensive
sono disturbate da una deprimente
lunga storia di terrore.
e la guerra si avvicina M@riù.
improvvisamente ho gridato:
B A S T A!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
e mi sforzo nel muovere
un irrisorio pensiero buffo.
scorrono lente le acque del fiume.
luogo tranquillo per digerire
il disperato attimo meccanico.
condividiamo la stanza della verità:
luce grande. luce piena.
Mariu: La donzelletta vien dalla campagna,
In sul calar del sole,
Col suo fascio dell’erba; e reca in mano
Un mazzolin di rose e di viole
Igor : p@rl@mi d’@more M@riù
tra sentimenti deteriorati
dall’incomprensione.
incostanti. sconcertati. ballo da solo.
scaricati di continuo in un vuoto drive-in.
si proietta un vecchio film d’orrore.
abbattuti dalla curiosa formula
della repressione ci coglie
uno strano movimento alla stomaco.
Mariu : La donzelletta vien dalla campagna,
In sul calar del sole,
Col suo fascio dell’erba; e reca in mano
Un mazzolin di rose e di viole

[20] CHAT_OSEA_FONIA

Osea : è. fondamentale nella tua vita.
l’esperienza del dolore.
i tuoi pensieri.
emblematici.
concetto di sofferenza.
et.
solitudine.
Fonia : Dolore:
Parola troppo generica:
Esiste il dolore fisico:
Il dolore mentale:
Quello intellettuale:
Il dolore emotivo:
Il dolore psicologico:
(…isolare…)
(…ogni_tipo_di_dolore…)
(…confinarlo_all’interno…)
(…di_un_mondo_a_sé_stante…)
Riesco: E: Colgo:
La relazione:
Tra: Dolore: E: Paura:
(…e_vivere_il_rapporto…)
(…col_mio_corpo…)
Tra: Paura: E: Memoria:
(…le_angosce_del_passato…)
(…operano_sul_nostro_presente…)
Dolore: E: Paura:
(…ci_isolano…)
(…ci_impediscono_di_comunicare…)
(…di_crescere…)
(…ci_tagliano_dal_mondo…)
La nostra meta:
Vivere nel presente:
E:
Proseguire senza paura:
Osea : e. crescere.
diventare adulti.
significa anche.
soffrire.
affrontiamo noi stessi.
e. il dolore.
e. le nostre paure.
ridefiniamo l’esistenza.
con altri.
Fonia : Il trauma dell’abbandono:
Lo viviamo sempre:
Con violenza:
(…ritrovare_la_calma…)
(…a_patti_con_l’accaduto…)
Gestisco le emozioni:
I problemi:
Invento strategie
di sopravvivenza:
Osea : e. in filosofia.
siamo tutti innocenti.
Fonia : Esiste: La colpa:
(…nel_non_vivere…)
(…le_proprie_potenzialità…)
Esiste: La colpa:
(…nell’incapacità…)
(…di_farsi_comprendere…)
Esiste: La colpa:
(…nel_non_riuscire…)
(…a_farsi_amare…)
Montaigne ha detto:
(…conosci_te_stesso…)
Non si rimprovera:
Nessuno:
Se non se stessi:

[21] CHAT_REMIX_OXA

Remix: <quartieri abbandonati>
<fabbriche dimesse>
<grandi edifici dormitori>
<giardini fantasma>
<asili>
<unità sanitarie locali>
<la tua iconografia>
<documenti i luoghi>
<operi sulla vita>
<esistenza quotidiana>
<della periferia>
Oxa : …sono_nato_in_periferia…
…osservo_questi_luoghi…
…percepisco…
…il_senso_di_vuoto…
…sulla_mia_pelle…
…lo_spazio_del_vivere…
…modifica…
…le_relazioni_sociali…
…genera_cambiamenti…
…metamorfosi…
Remix: <la tua realtà>
<nasce>
<dal desiderio di creare>
<momenti propositivi>
<il riscatto>
Oxa : …conoscere_i_luoghi…
…individuare_gli_aspetti…
…più_visionari…
…la_periferia…
…impresentabile…
…implica_sradicamento…
…il_mio_obiettivo…
…la_ricerca_di_identità…
Remix: <nel tuo agire>
<è venuto meno>
<ogni forma di denuncia>
Oxa : …l’antitesi…
…tra_centro_e_periferia…
…non_regge_più…
…oggi…
…è_in_corso…
…una_suburbanizzazione_globale…
…la_sospensione_metafisica…
…è_solo_apparente…
…le_cose_non_sono…
…a_senso_unico…
…tutto_complicato…
…la_periferia_rappresenta…
…il_vero_centro…
…non_definita_per_antitesi…
…alla_periferia_si_associa…
…subito_il_degrado…
…si_scivola_spesso…
…in_giudizi_superficiali…
…scuole_giardini_edifici…
…appaiono…
…luoghi_fantasma…
…all’interno_ci_sono…
…studenti_veri…
…nei_giardini…
…bambini_veri…
…nelle_case…
…gente_vera…
…insinuo_dubbi…
…nella_visione…

[indietro] [testi] [musicaos]